Arte

Fabergé: in arrivo la collezione al Palazzo Reale di Milano

Sta per approdare al Palazzo Reale di Milano la mostra “Fabergé”. Un’occasione imperdibile per ammirare da vicino le creazioni della celeberrima Maison Fabergé e per scoprire la storia della casa di gioielleria russa più famosa di sempre, con una particolare attenzione posta sulle dinamiche e i passaggi tecnico-artistici richiesti per creare simili meraviglie.  La storia di Gustav Fabergé Nel lontano 1842, Gustav Faberge fondò la propria maison di gioielleria. Decise

Tunnelbana: l’arte nella Metropolitana di Stoccolma

Se siete stati a Stoccolma avrete sicuramente preso la Tunnelbana, la metropolitana svedese. Le circa 100 stazioni che compongono la linea ferroviaria sono diventate, negli anni, delle vere e proprie gallerie d’arte. Oggi vi parliamo della metropolitana più bella del mondo! Ecco una lista delle fermate più bella della Metro di Stoccolma! Stadion: La fermata Stadion è probabilmente la più particolare della lista, dedicata alle Olimpiadi del 1912. Un enorme

Keith Haring in mostra al Palazzo Blu di Pisa

Il messaggio visivo dei caotici anni ’80 rivive al Palazzo Blu di Pisa, con la mostra dedicata ad uno dei più grandi street artist di sempre. “Keith Haring”, questo il nome scelto per la rassegna, semplicemente per omaggiare la memoria dell’artista, lo spirito di quegli anni e il messaggio sociale dirompente che si manifesta tramite la sua arte. Un’arte sempre più attuale, visto il crescente apprezzamento che graffiti e murales

Arte partecipativa: un progetto di Ilaria Turba

Si tratta di un progetto collettivo ideato dall’artista e fotografa Ilaria Turba a Marsiglia. L’obiettivo è quello di dimostrare che l’arte partecipativa è fonte di benessere nei quartieri in difficoltà. Il progetto dal nome Le désir de regarder loin (il desiderio di guardare lontano) è un gesto collaborativo e interdisciplinare che ha coinvolto cinquecento persone mettendo insieme LE ZEF – Scène Nationale de Marseille e i quartieri fragili del nord

Artur Bordalo lo street artist del riciclo

È nato a Lisbona nel 1987 ed è un giovane artista portoghese. Di chi stiamo parlando?  Di Artur Bordalo e la sua arte rappresenta una vera e propria campagna in favore della sostenibilità. Chi è Artur Bordalo? Si tratta di un giovane artista di Lisbona, nipote d’arte potremmo dire, in quanto suo nonno è il celebre pittore Real Bordalo. Qualcosa sulla sua arte… Cos’hanno di particolare le sue opere? Per

Arte urbana per rilanciare alcune zone della città di Milano

Si tratta di un progetto di urbanistica tattica per poter tornare a rivivere lo spazio pubblico come luogo di incontro attraverso l’arte urbana. Di che arte urbana stiamo parlando? L’iniziativa Piazze aperte del Comune di Milano si avvale dell’asphalt art per riqualificare la città da diversi punti di vista, coinvolgendo diversi designer e artisti. L’idea è quella di creare delle vere e proprie mappe colorate per migliorare la città dopo

Arco di Trionfo impacchettato in ricordo di Christo e Jeanne-Claude

Il titolo del progetto, realizzato dal 18 settembre al 3 ottobre 2021 è “L’Arc de Triomphe empaquete”. In questo periodo i cittadini e i visitatori della capitale francese hanno potuto ammirare quest’opera straordinaria. A Parigi è stato finalmente realizzato l’Arco di Trionfo “impacchettato”, secondo le indicazioni lasciate da Christo e Jeanne-Claude.  Da chi è nata l’idea? Il progetto nasce dall’estro creativo dei due artisti e coniugi Christo e Jeanne-Claude. Christo presentò

Milano o Barcellona? Il murale che ricorda l’arte di Gaudí

Ci troviamo a Milano, lungo Corso di Porta Romana, al civico 113 è possibile ammirare un murale che ricorda i palazzi dell’artista Antoni Gaudí. Percorrendo il corso, è davvero impossibile non notare quest’opera di street art caratterizzata da linee ondeggianti e sinuose. Chi è l’artista che ha dipinto il murale che ricorda l’arte Gaudí? L’opera si intitola “The Vision” ed è stata realizzata dallo street artist pugliese Cosimo Caiffa, in

Spencer Tunik: la nudità come forma d’arte

Spencer Tunik è un fotografo statunitense. Le sue opere superano spesso gli schemi convenzionali, mettendo letteralmente a nudo i protagonisti delle sue opere d’arte. Si è da sempre contraddistinto per la realizzazione di grandi scenografie caratterizzate da figure svestite e spazi ampi che durante le performance prendono le sembianze di vere e proprie tele. Cosa risiede alla base delle opere di Spencer Tunik? Spencer Tunick ricerca la forma, il contorno