Arte

Gli artisti più ricercati su Google nell’anno della pandemia

La pandemia non è riuscita a fermare l’arte. Nonostante i musei di tutto il mondo abbiano chiuso le porte ai loro visitatori per contrastare i contagi da Covid-19, le opere degli artisti più famosi della storia hanno continuato on-line a dare mostra della loro bellezza senza tempo grazie a una serie infinita di iniziative. Ma qual è l’artista più ricercato al mondo? A questa domanda hanno cercato di dare una

Frida Kahlo: Casa Azul, il suo universo

Casa Azul rappresenta l’intero universo intimo di Frida Kahlo. Siamo nel quartiere Coyoacán di Città del Messico, esattamente al 247 de la Calle de Londres. È proprio qui che si trova una delle case più famose del mondo dell’arte. In questa casa, il 6 agosto del 1907, nasceva la straordinaria Frida Kahlo. L’artista ha vissuto gran parte della sua vita. Prima con la sua famiglia e anni dopo con suo

Procida è la Capitale italiana della cultura 2022

La Capitale italiana della cultura per il 2022 è Procida. A deciderlo è stata, dopo le audizioni delle dieci città finaliste su ventotto in origine candidate, la Giuria per la selezione della città Capitale italiana della cultura 2022, presieduta dal professor Stefano Baia Curioni e composta da Salvatore Adduce, Francesca Cappelletti, Roberto Livraghi, Cristina Loglio, Franco Iseppi e Giuseppe Piperata. A contendersi il prestigioso titolo c’erano anche Ancona, Bari, Cerveteri

Tate Britain illuminata dall’installazione di Chila Burman

Nonostante l’emergenza covid-19, la Tate Britain di Londra ha rinnovato per il quarto anno consecutivo l’appuntamento con la Winter Commission, iniziativa che ogni anno invita un artista differente a creare un’installazione da realizzare sull’intera facciata della della galleria d’arte. La coloratissima installazione artistica che quest’anno illumina la grande facciata è stata realizzata dall’artista Chila Kumari Singh Burman. L’opera prende il nome di “Remembering a Brave New World” e sarà visibile fino

Napoli, il bambino incatenato di Jago in piazza del Plebiscito

La magnifica installazione pubblica è comparsa all’alba del 5 novembre nel cuore di piazza del Plebiscito a Napoli. Il nome, “Look down”, invece di Lockdown, parola che ormai tormenta il mondo intero, arriva come un monito per tutti: guardate in basso, agli ultimi, alle persone più vulnerabili, a chi resta indietro e finisce sempre più in basso. Una vera e propria denuncia della fragile condizione di un’intera fetta di società

Teschi giganti e colorati della Design Week invadono Milano

Teschi giganti, coloratissimi e floreali hanno invaso il centro di Milano in occasione di Design City, manifestazione dedicata alla cultura del progetto e dell’innovazione. La mostra, installata a cielo aperto in via Marconi, prende il nome di “The skull parade. Il tempo della vanità, i teschi raccontano”. L’esposizione è stata allestita dal Comune di Milano in collaborazione con la Fondazione Carnevale di Viareggio, il Lucca center of Contemporary art e il

Le installazioni d’arte più colorate

“L’età dell’oro”, l’installazione di Fabrizio Plessi L’installazione scelta per la nostra copertina si chiama L’età dell’oro ed è l’ultima opera realizzata da Fabrizio Plessi e sostenuta da Dior. Siamo a Venezia e a fare da cornice all’installazione artistica, fino al 15 novembre, è il museo Correr in Piazza San Marco. Il progetto, che appare come una cascata d’oro, è un vero e proprio tributo al valore della pace e dei

Pompei in una mostra immersiva digitale al Grand Palais di Parigi

Un’esperienza nuova, straordinaria, che mostra Pompei in maniera spettacolare e suggestiva. Parliamo di Pompei, mostra allestita al Grand Palais di Parigi fino al 27 settembre 2020 e curata da Massimo Osanna, direttore del Parco archeologico di Pompei e da poco nominato Direttore Generale dei Musei del Mibact. L’evento nasce grazie alla preziosa collaborazione con il Parco archeologico di Pompei e con la società Gedeon Programmes, leader francese nel settore dei documentari

Circo Maximo Experience: la storia attraverso la realtà aumentata

Rivivere gli antichi splendori del Circo Massimo – monumento tra i più significativi della storia di Roma -, grazie all’utilizzo di un innovativo progetto di valorizzazione in realtà aumentata. Passeggiare tra le botteghe romane, assistere a una corsa di quadrighe tra urla di incitamento e capovolgimento di carri, osservare la vita dell’antica valle scorrere davanti ai tuoi occhi: per la prima volta è possibile viaggiare nel tempo e rivivere il Circo Massimo in tutte le