Arte

Le sculture di ghiaccio di Harbin

Come ogni anno l’Ice Festival di Harbin ha aperto le sue porte per mostrare al pubblico i suoi magnifici edifici di ghiaccio. Harbin si trova nella provincia nord-orinentale dello Heilongjiang, in Cina, al confine con la Siberia. L’Harbin International Ice and Snow Sculpture Festival ospita oltre 100 strutture progettate per l’importante occasione da artisti provenienti da tutto il mondo, e realizzate utilizzando più di 200.000 metri cubi di ghiaccio e neve.

El Capricho, la villa firmata Gaudí

“El Capricho”, in italiano “Il Capriccio”, è una fantastica villa di proprietà di Máximo Díaz de Quijano, cognato del Marchese di Comillas. Fu progettata da un giovanissimo Antoni Gaudí nella località di Comillas, in Cantabria, al nord della Spagna. Quando fu realizzata nel 1883, l’artista aveva solamente trentuno anni. Il progetto non presenta le particolari caratteristiche che avrebbero contraddistinto, in futuro, i lavori dell’artista, ma è sicuramente la base sulla

Il vigneto sospeso di Pasini

La Pasini San Giovanni, azienda vinicola alla terza generazione che ha sede sulla riviera bresciana, in occasione della rassegna Profumi di Mosto – l’itinerario eno-gastronomico che celebra la vendemmia nelle cantine della Valtènesi e della Riviera del Garda – presenta Vigneto Sospeso, un’installazione d’arte realizzata con la collaborazione di Storagemilano e Asborsoni. Con i residui di magazzino di tubetto legavigna è stato riprodotto simbolicamente un ettaro di vigneto, sospeso tra

India: le Ferrovie chiamano gli artisti

L’Indian Railways, nome inglese con cui sono note a livello internazionale le Ferrovie indiane, controllate dallo stato tramite l’apposito Ministero delle ferrovie del governo, ha deciso di investire nella cultura chiedendo ad alcuni artisti di decorare i treni frequentati da milioni di pendolari. Lo scopo è quello di rimodernare l’intera rete ferroviaria e dare maggiori servizi ai clienti. Per il momento, si tratta solo di un progetto pilota. L’idea è però

Realtà parallele di Sarah Meyohas

Speculations è il nome dell’ultima particolare installazione firmata dall’artista visuale Sarah Meyohas. L’opera è composta da fiori e specchi giustapposti l’uno di fronte all’altro, in modo da formare lunghissimi corridoi immaginari che accompagnano lo spettatore in un mondo onirico e suggestivo, colorato e unico. L’installazione dell’artista ci chiede di non avere paura e di immergerci in questa realtà parallela. Le cornici sono impreziosite da fiori, foglie, corde, carte, catene e tanti

Illustratori a confronto

Le illustrazioni appartengono a un mondo tanto affascinante quanto variegato. Oggi abbiamo deciso di mettere a confronto il lavoro di cinque straordinari illustratori: Ben Wiseman, Malika Favre, Francesco Ciccolella, Stephan Schmitz e Fred Péault. Ben Wiseman è un illustratore di Brooklyn conosciuto in tutto il mondo per le sue copertine su Time, GQ, Wired, Newsweek, The New York Times, Le Monde. Il suo punto di forza è l’ironia attraverso la

L’iperrealismo di Patrick Commecy

L’artista francese Patrick Commecy, in collaborazione con la squadra A-Fresco, di cui è l’art director, regala un nuovo volto alle tristi facciate degli edifici cittadini. I palazzi si animano raffigurando scene di vita quotidiana, film e celebri attori, personaggi della storia, della letteratura e del teatro. Non mancano raffigurazioni di lavandaie, cavalieri, musicisti, panettieri, giornalai, postini, operai e bambini o, altre volte, di persone che un tempo abitavano quei palazzi,

La street art colora la periferia di Napoli

La Street Art colora Ponticelli, grigio quartiere della periferia est di Napoli, il territorio più giovane per demografia tra i dieci della conurbazione partenopea e con il più alto tasso di dispersione scolastica e disoccupazione. Il Parco dei Murales, un vero e proprio museo a cielo aperto, è un programma di creatività urbana, tra riqualificazione artistica e rigenerazione sociale. Il progetto è condotto con la partecipazione della comunità residente e

Digital Art: il primo museo a Tokyo

Una mostra permanente di installazioni immersive. Apre a Tokyo il primo museo monografico dedicato alle opere del collettivo teamLab composto da 400 persone fra designer, animatori, ingegneri, programmatori, matematici e architetti. Il museo si chiamerà “MORI Building DIGITAL ART MUSEUM teamLab Borderless” e aprirà i battenti quest’estate. L’importante progetto è nato dalla collaborazione tra teamLab e MORI building. Il collettivo provvederà alle tecnologie artistiche e allestirà gli spazi, mentre MORI