Comunicazione e web. Colore e digitalizzazione. Nel mondo di oggi trascorriamo moltissimo tempo navigando in internet: i dati Audiweb del 2016 dicono che in Italia il World Wide Web ha ormai raggiunto l’88,7% della popolazione in età adulta e che mediamente trascorriamo due ore e un quarto al giorno navigando nella cosiddetta “rete” dai nostri dispositivi.
 Questo significa che un italiano adulto trascorre sul web mediamente 1/8 della propria giornata, se si escludono le ore di sonno. Ciò ci dice che internet ha un’alta incidenza nelle nostre vite, che è diventato ormai uno strumento indispensabile attraverso cui comunicare e accedere alla conoscenza, di qualsiasi tipo e in qualsiasi forma. È divenuto quasi un dovere considerare il web nelle proprie vite, sia da un punto di vista personale sia da quello professionale, dato che la rete oggi ci consente di fare acquisti online, di accedere alla conoscenza, di eliminare lo spazio fisico tra persone, di utilizzare gestionali che semplificano i processi lavorativi. 
Torna quindi indispensabile operare una riflessione circa l’importanza nell’utilizzo del colore all’interno del mondo online.

Come incide il colore nelle dinamiche web?
Per prima cosa è fondamentale chiarire un aspetto cardine nella costruzione di un sito o di un’applicazione: pochi colori, quelli giusti! Con questo s’intende dire che è necessario individuare una palette di colori essenziale che componga il sito/l’app in tutte le sue pagine e in tutti i suoi elementi. Gli studi sull’argomento dicono che la nostra percezione estetica quando visitiamo un sito web si crea in 1/20 di secondo, praticamente un battito di ciglia. Troppi colori confondono perciò il visitatore e gli possono dare un’impressione negativa, influenzando la navigazione che sarà poi concentrata unicamente sugli aspetti sgradevoli. 
La palette di colori infatti non deve contenere più di tre o quattro colori, possibilmente complementari tra loro. Meglio ancora sarebbe utilizzarne uno o due in diverse sfumature. In questo compito vengono incontro alcuni strumenti reperibili online quali Paletton o Coolors che forniscono la gamma di colori complementari a quello scelto e la mappa delle sue sfumature.

Da dove si inizia a scegliere i colori?
La scelta della palette infatti dev’essere operata a partire da quella del logo aziendale, nel caso si tratti di un sito commerciale, o di un colore rappresentativo degli argomenti che si tratteranno, per quello che riguarda un blog. È fondamentale ricordare che a determinati colori corrispondono precise sensazioni e stati d’animo nell’osservatore, il marketing ha infatti individuato il rosso, il marrone ed il blu, nelle loro varie tonalità e sfumature, come i colori a minor rischio e a maggior gradimento. Non a caso le piattaforme dei più famosi social network sono “colorate” a partire dalla gamma cromatica dei loghi che li rappresentano. 
È inoltre consigliabile utilizzare colori che creino maggior contrasto per le componenti sulle quali si vuole attirare maggiore attenzione, ad esempio un pulsante d’iscrizione alla newsletter o un tasto per l’acquisto di un prodotto nel caso di un e-commerce.
 Altro fattore importante è la scelta dei colori per i contenuti testuali poiché un testo chiaro su sfondo scuro può creare disfunzioni alla retina chiamate “effetti fantasma” che fanno sì che rimangano impressi nell’occhio caratteri precedentemente osservati.

Altro importante aspetto da evitare è scegliere, per i testi, colori chiari su sfondi chiari come ad esempio il bianco e il giallo. Per una lettura efficace e che non stanchi o annoi i lettori è caldamente consigliato l’utilizzo di colori in forte contrasto tra loro cosicché il testo risalti e l’occhio sia sottoposto ad uno sforzo minimo. È quindi obbligatorio per qualsiasi azienda che sia presente anche nel mondo virtuale, ma altresì per chiunque spera di raggiungere il maggior pubblico possibile con i propri contenuti, tenere in grande considerazione il colore sia per la costruzione del sito sia per i contenuti. Saper amministrare sapientemente i colori può a volte determinare il successo di una idea!

 

Luca Farneti
Esperto di comunicazione
Sito web

 

Commenti

commenti