Pantone ha scelto il colore del 2020. Dopo l’energico ed effervescente Living Coral del 2019, è il turno del Classic Blue, codice 19-4052, che influenzerà per tutto quest’anno il settore moda, ma anche arredamento di interni, design industriale, imballaggio, graphic design.

Leatrice Eiseman, direttrice esecutiva del PANTONE Color Institute, divisione dell’azienda che sceglie il colore dell’anno attraverso un’attenta valutazione delle tendenze, ha spiegato che il Classic Blue è stato scelto perché «offre la solidità e fiducia di cui abbiamo bisogno per i tempi che stiamo vivendo. Ci incoraggia a guardare oltre l’ovvio, per allargare il nostro pensiero; ci sfida a pensare più profondamente, ampliare il nostro sguardo e aprirci alla comunicazione».

L’idea di decretare ogni anno un colore predominante, nasce nel 1999, quando Pantone decise di lanciare la serie Color of the year. Il primo colore scelto, per l’anno 2000, fu il Cerulean. “Da oltre 20 anni, il Pantone Color of the Year influenza lo sviluppo dei prodotti e le decisioni in materia di acquisti in svariati settori”, si legge sul sito del Pantone Color Institute. Dal Cerulean adesso la scelta è ricaduta sul Classic Blue, altra tonalità di blu.

“Sia oggi che allora si sente la stessa sensazione di trepidazione per il mondo, motivo per il quale, anche in base a ciò che abbiamo visto succedere nella nostra cultura globale, abbiamo selezionato il Pantone 19-4052 Classic Blue come nostro colore dell’anno per il 2020”, ha continuato a spiegare Laurie Pressman. “Sfumatura di blu intramontabile e senza tempo, PANTONE 19-4052 Classic Blue è elegante nella sua semplicità. Rievocando il cielo all’imbrunire, le qualità rassicuranti di questo colore stimolante mettono in evidenza il nostro desiderio di una base stabile da cui partire mentre ci apprestiamo a varcare la soglia di una nuova era”, spiega il Pantone Color Institute sul sito ufficiale.

 

 

Commenti

commenti