Quattro designer, quattro modi diversi di realizzare fantastiche illustrazioni di moda. Modi fantasiosi, unici, che utilizzano materiali che poco hanno a che fare con il fashion. Oggi analizzeremo il lavoro di quattro artisti diversi e le loro creazioni bizzarre.

Partiamo da Edgar Artis, illustratore di moda che utilizza oggetti di uso comune. Dalla pizza ai cotton fioc, dalle patatine alle forchette, dalla cannella alle carte da gioco: la creatività di questo artista non ha davvero limiti e i risultato sono sorprendenti. Grazie al suo profilo Instagram, i suoi lavori sono diventati virali e ammirati da migliaia di utenti appassionati di moda.

Stessa idea, ma diversi sono i progetti e il modo di realizzarli. Parliamo dell’artista Gretchen Röehrs che predilige l’utilizzo di cibi coloratissimi. Da una fetta di pane a verdure a foglia verde, Röehrs ha la capacità di trasformare questi alimenti in fantastici abiti di alta moda. Taglia, modella, incastra il cibo a sua disposizioni creando silhouette affascinanti ed estremamente eleganti.

Niente cibo! L’artista malese predilige i fiori per i suoi fantastici progetti. Le sue illustrazioni di moda sono realizzati con l’utilizzo esclusivo di petali. La sua serie si chiama “Flower Girls” ed è una collezione delicata, raffinata, con forme femminili avvolte in splendidi abiti fatti da strati di fiori. Nei suoi lavori troviamo i meravigliosi colori delle orchidee, delle rose, ma anche tanto verde delle foglie. Lim Zhi Wei ha recentemente raccontato che la serie di illustrazioni floreali ha avuto inizio grazie a un regalo di compleanno che ha fatto per la nonna: “Ho creato un segnalibro con una ragazza disegnata che indossava un abito fatto di petali e da lì è iniziato tutto”.

 

 

Commenti

commenti