Bolesławiec, capoluogo del distretto di Bolesławiec, è una città della Polonia che conta 40.384 abitanti. Dal 1999 è situata nel voivodato della Bassa Slesia e, dal 1975 al 1998, ha fatto parte del voivodato di Jelenia Gora. Questa modesta cittadina è diventata celebre in tutto il mondo per le sue inconfondibili ceramiche. La sua tradizione risale ai tempi del medioevo e, nonostante siano passati diversi secoli, la tecnica utilizzata per la produzione di queste meravigliose ceramica non è cambiata molto. All’inizio del XIX secolo c’erano già 15 stabilimenti destinati alla produzione di ceramiche. A quell’epoca queste terre si trovavano in Germania e la città si chiamava Bunzlau.

Le stoviglie vengono dipinte a mano oppure con il metodoa timbro” con decorazioni folk, floreali o geometriche, azzurre o marroni. Ogni creazione è diversa dall’altra, ma ad accumunare tutta la produzione sono i pois blu sullo sfondo bianco o il contrario. Gli ornamenti più frequenti appartengono quelli a “occhio di pavone”, a puntini, cerchietti e piccoli fiori. I vasi sono di argilla bianca, decorati, rivestiti di smalto e cotti in forni speciali. Grazie all’omogenea gamma di colori, articoli con disegni diversi possono essere abbinati tra loro.

Anche se vengono fatti a mano, l’altissima temperatura della cottura della terracotta permette l’uso della ceramica non solo a scopi decorativi, ma soprattutto il suo utilizzo in cucina. È adatta per la lavastoviglie, il microonde e il congelatore. Il materiale con cui viene prodotta non rilascia sostanze nocive. Le opere ceramiche sono indicati come Boleslawiec ceramica, o sono a volte chiamati con il loro nome tedesco: Bunzlau ceramica o di Bunzlauer ceramica.

 

 

Le tradizioni della ceramica ‘Bunzlauer’ sono state conservate in varie aree della Germania da parte degli sfollati dalla ex città di Bunzlau e dei loro discendenti. Attualmente, la maggior parte della ceramica, è prodotta dalla CPLiA cooperativa e dai tanti artisti che lavorano con lei, sia in fabbriche che in studi più piccoli. La ceramica polacca, quindi, è ancora realizzata con orgoglio in molte piccole aziende manifatturiere nella città di Bolesławiec. Un altro famoso centro della ceramica è Wloclawek. I suoi vasi vengono decorati con piante e fiori.

 

 

 

Commenti

commenti