La purezza e la natura: intervista a Narcisa Monni

Arte

La purezza e la natura: intervista a Narcisa Monni

27 Lug , 2015  

La purezza e la natura: intervista a Narcisa Monni

Narcisa Monni porta per le strade la purezza della natura.

Esiste ancora qualche forma di purezza attorno a noi? Ormai siamo quasi abituati a dare per scontato che l’innocenza sia un valore perduto, prerogativa unica di pochi: i bambini e gli animali. Ed è proprio attraverso la natura, che l’uomo può recuperare la sua, appunto, umanità, rivolgendosi ad essa come ad un esempio dal quale imparare.

L’artista Narcisa Monni, in collaborazione con il Museo Meoc di Aggius, ha realizzato una mostra ed un laboratorio, coinvolgendo i ragazzi del liceo artistico F. De André di Tempio Pausania (NU), intitolata appunto “Anima Animale”.

 

Perché la scelta di parlare di purezza? Secondo te è un valore perduto, ad eccezione che nella natura?

Purezza intesa in senso morale, l’assenza del peccato. Penso che la purezza  non sia un valore perduto, piuttosto una condizione assente negli esseri viventi, a parte rare eccezioni come i Santi o gli animali.

Ci potresti raccontare la scelta di dividere la mostra in due parti: due sedi, la strada ed il museo; due temi, i santi e la natura? Cosa lega secondo te il tema della religione a quello degli animali?

Ho lavorato per 10 giorni ad Aggius, un piccolo paese in montagna, un posto che mi ha permesso, anche grazie alla centralità del Museo Meoc, di creare questa sorta di percorso che inizia all’ingresso del paese. Qui ho trovato una schiera di saracinesche disposte a pochi metri l’una dall’altra e ho voluto iniziare a rappresentare gli animali, seguendo quasi un ordine cronologico. L’origine dell’uomo passa attraverso la condizione animale, si nasce animali, si vive uomini e qualcuno muore santo. Nella religione, la purezza è un obiettivo da raggiungere e molte volte è l’animale stesso ad essere venerato come essere divino.

La purezza e la natura: intervista a Narcisa Monni La purezza e la natura: intervista a Narcisa Monni

Come si è svolto il laboratorio con i ragazzi del liceo? Secondo te, cosa hanno potuto imparare da questa esperienza?

Durante il mio soggiorno ad Aggius ho avuto la possibilità di incontrare i ragazzi del Liceo Artistico F. De Andrè di Tempio, che hanno da subito dimostrato particolare entusiasmo per questo progetto. Il loro percorso formativo è incentrato principalmente sulla grafica, per questo motivo, ho deciso di seguire una linea espressiva che meglio si potesse ricondurre alla loro visione.  I ragazzi hanno dipinto su 3 serrande una serie di piccoli uccellini disposti su un cavo, partendo dalla prima serranda con un lavoro grafico fino ad arrivare alla terza, dove gli uccellini sono stati realizzati con una tecnica prettamente pittorica. È stata un’esperienza che mi ha gratificato molto.

Come mai hai scelto di non realizzare dei veri e propri murales, radicati nella tradizione artistica sarda, ma di portare la pittura in strada? 

In Sardegna, così come in Messico e da tutte le altre parti del mondo, i murales vengono realizzati con intenti principalmente politici e sociali, tematiche estranee al mio lavoro. Io dipingo su lastre di alluminio e anche in questa occasione ho scelto di usare il metallo, nello specifico quello di alcune saracinesche dislocate nella via che porta al museo. Ho portato la pittura in strada come mezzo per realizzare questo progetto. Volevo che ci fosse un collegamento, una congiunzione tra i lavori esterni, che raffigurano degli animali, e quelli all’interno dello spazio espositivo, con i santi, in una dimensione più intima e raccolta. Aggius ha sempre ospitato grandi artisti, ad esempio Maria Lai che nelle strade del paese ha lasciato numerose opere; allo stesso modo ho voluto dare il mio contributo, un lavoro permanente che potesse in qualche modo rappresentarmi.

 

La purezza e la natura: intervista a Narcisa Monni  La purezza e la natura: intervista a Narcisa Monni  La purezza e la natura: intervista a Narcisa Monni

 

Fonte immagini: courtesy Narcisa Monni

Commenti

commenti

, , , , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *