Arte

La street art ecologica di Bordalo

5 Feb , 2018  

Artur Bordalo, al secolo Bordalo II, è uno street artist nato a Lisbona (classe 1987), diventato famoso in tutto il mondo per le sue opere realizzate con i rifiuti. Non è solo un artista, ma un vero e proprio attivista. Il suo scopo è quello di attirare, attraverso le sue opere, l’attenzione delle persone sui problemi ambientali che attanagliano il mondo in cui viviamo.

La sua arte è una feroce critica alla società consumistica che “butta via” senza alcun rispetto per la sua madre terra. Il suo messaggio è forte e chiaro e cerca di smuovere le coscienze: stiamo distruggendo il pianeta con le nostre mani, attraverso l’utilizzo incessante di oggetti e materiali che poi buttiamo.

Bordalo II realizza opere monumentali, di solito bassorilievi e installazioni tridimensionali coloratissime, che riproducono insetti, pesci, uccelli e grandi mammiferi con cura maniacale e forme esplosive. L’artista si serve di qualsiasi tipologia di materiale trovato nelle discariche: dai copertoni alle biciclette, dai pezzi delle automobili ai divani.

Prende gli oggetti gettati dalle persone e li trasforma in opere sorprendenti. Raccoglie, ricicla, assembla e dipinge scarti di ogni tipo e dona loro una vita nuova. La cura dei dettagli è sorprendente. Bordalo riesce a mettere in relazione scultura, sostenibilità, ecologia e consapevolezza sociale.

“Appartengo a una generazione estremamente consumista – ha dichiarato l’artista – materialista e avida. Produciamo un’elevata quantità di rifiuti, ma la spazzatura di un individuo è il tesoro di un altro“.

Una delle sue opere più famose prende il nome di Half Rabbit, un gigantesco coniglio all’angolo di una strada di Vila Nova De Gaia, città del Portogallo. Le sue opere sono sparse in giro per il mondo: Portogallo, Spagna, Germania, Norvegia, ma anche Stati Uniti e Thailandia.

In Italia le sue creature sono state esposte dalla Square 23 Gallery di Torino, in una personale dal titolo Decomposed. A Roma, grazie al progetto Forgotten, in collaborazione con l’Associazione Rovescio, l’artista ha realizzato una sua opera su un muro della stazione ferroviaria San Pietro.

 

Sito ufficiale Bordalo II

 

Commenti

commenti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *