Il colore Blu è simbolo indiscusso di armonia, nonché di calma. Inoltre ha la facoltà di rilassare donando equilibrio alla sfera emotiva. Questo colore ha capacità straordinarie. Riesce persino a normalizzare la frequenza del battito cardiaco e la pressione. Rilassa il corpo e ad allontana il senso di ansia. Un ambiente di questo colore aiuta a trovare equilibrio. E quale posto accomuna tutte queste caratteristiche e il colore Blu? Il lago! Il nostro viaggio nell’Italia a colori, oggi fa tappa in Lombardia, regione Blu come i suoi laghi. Un territorio ricco di paesaggi, natura incontaminata e tradizioni. Una terra che regala acqua cristallina, insenature e mete turistiche meravigliose.

Partiamo dal Lago d’Iseo, gemma di rara bellezza, che fra i laghi maggiori della regione è il più piccolo. Si staglia tra le province di Brescia e Bergamo e ospita alcune fra le più famose isole lacustri d’Italia, come Monte Isola e le Isole di Loreto e San Paolo. Generalmente è frequentato tutto l’anno, ma da maggio a settembre è il periodo più ricco di iniziative e manifestazioni: regate veliche, concerti e serate danzanti. Nella stagione estiva il lago d’Iseo è una meta importante per gli amanti della nautica da diporto, numerosi fin dagli inizi degli anni settanta. Sulle sue rive troviamo antichi borghi, come quello di Pisogne, meravigliose piazze come quella del Porto a Lovere, e cittadine pittoresche come Riva di Solto. Una gita in battello sul lago, vi darà la possibilità di poter godere di una piacevolissima esperienza, esplorandolo da diversi punti di vista e facendo tappa nelle località che più incuriosiscono. La perla del lago è Montisola, una montagna su un’isola, che divide in due il Lago d’Iseo, la sponda bresciana da quella bergamasca.

“Quel ramo del lago di Como”. Il celeberrimo incipit dei Promessi Sposi ci porta nelle acque di uno dei maggiori laghi lombardi. Parliamo, ovviamente, de Il Lago di Como, sicuramente quello più conosciuto a livello internazionale. Questo lago ha incantato artisti e viaggiatori: dallo scrittore francese Flaubert ai musicisti Gioacchino Rossini, Giuseppe Verdi e Vincenzo Bellini, che qui scrisse l’opera “Norma”. Inoltre ha dato i natali a illustri personaggi come il fisico italiano Alessandro Volta, inventore del primo generatore di energia elettrica, la pila. Le città che vi si affacciano, Lecco e Como, sono veri e propri gioielli dal fascino eterno. È situato a circa 50 chilometri da Milano ed è il terzo lago italiano per estensione, dopo il lago di Garda e il lago Maggiore, e il più profondo (410 metri). Il lago, dalla caratteristica forma ad Y rovesciata , si snoda in tre rami: di Como a sud ovest, di Lecco a sud est e di Colico a nord. Dalle sue sponde si possono ammirare borghi, ville e giardini straordinari. L’aria è luminosa, come descritta da Goethe nel suo Grand Tour. Le ville “si moltiplicano sulla verzura, sulle colline e si rispecchiano nelle acque”, come annotava Stendhal.

Voliamo adesso sulle rive del Lago di Garda, che è suddiviso fra tre regioni italiane: il Veneto, il Trentino Alto Adige e la Lombardia. Si tratta del lago più grande d’Italia. La porzione lombarda regala località e dimore storiche di importante valore artistico, come, ad esempio, il Vittoriale degli Italiani, il omplesso di edifici, vie, piazze, un teatro all’aperto, giardini e corsi d’acqua eretto tra il 1921 e il 1938 a Gardone Riviera, sulla sponda bresciana del Lago di Garda, da Gabriele d’Annunzio su progetto dell’architetto Giancarlo Maroni, a memoria della “vita inimitabile” del poeta-soldato e delle imprese degli italiani durante la prima guerra mondiale. Il lago di Garda, con il suo clima mite e la perfetta temperatura delle acque, sembra un mare incastonato fra le Alpi e la pianura padana. Il lago è circondato da palme, oleandri, olivi e viti. Il suo entroterra è adatto a tutti gli sport: nuoto e vela nel lago soprattutto, e poi montagne da scalare, percorsi per mountain-bike, trekking e sentieri da percorrere a cavallo, alture da cui lanciarsi col deltaplano e torrenti per il rafting.

 

 

Commenti

commenti