Tecnologia all’avanguardia, produzioni di altissimo livello e tante installazioni artistiche. Non stiamo parlando dell’ultima mostra digitale, ma delle sfilate di moda della Paris Fashion Week che hanno visto sfilare le collezioni autunno/inverno 2020.

Troviamo Sharna Osborne sul set della sfilata firmata Miu Miu. L’artista britannica ha realizzato un mix di elementi, dalle vecchie foto di campagne del brand a videoclip psichedelici.

Virgil Abloh ha scelto una grande scacchiera per presentare la sua nuova collezione, sulla quale modelle e modelli si sono incrociati, come se stessero camminando per la strada, per presentare la linea autunno/inverno Off-White.

Aria di futuro sulla passerella di Saint Laurent. Centinaia di luci e riflessi si sono incrociati creando un’atmosfera futuristica, ma raffinata.

Quella di Kenzo non è stata una “semplice” sfilata, ma un vero e proprio spettacolo. Il regista Parte Oliva, per l’importante occasione, ha scelto di collaborare con Paul Sadot e Nqobilé Danseur, due fantastici coreografi. Gli abiti sono stati indossati da ballerini che danzavano tra file di spalti che si muovevano seguendo il ritmo della musica. Fantastico!

Come possiamo dimenticarlo? Niente installazioni artistiche questa volta, ma Louis Vuitton, anche in questa occasione, ha colpito con la realizzazione di un luogo perfettamente in linea con la nuova collezione. Il risultato è stato fantastico.

La maison di moda Dior ha scelto Tomaso Binga, alias Bianca Pucciarelli, per curare lo show della sua ultima sfilata. Per l’occasione è stata scelto l’Alfabetiere murale, una delle sue opere più famose. Il salone è stato interamente ricoperto delle foto del suo corpo nudo che prende le forme delle lettere dell’alfabeto.

La settimana della moda parigina si è conclusa con la prima sfilata di Chanel senza Karl Lagerfeld. Il Gran Palais, per l’emozionante sfilata, è diventato un paese di montagna innevato. Le modelle, commosse, sono uscite da un bellissimo chalet di legno. Per chiudere, le modelle hanno calcato la passerella tutte insieme sulle note di Heros di David Bowie.

 

 

Commenti

commenti