Tag "ceramica"

Kate Malone, la ceramica diventa arte

La natura è la sua principale fonte d’ispirazione: il mare e la terra sono per Kate Malone un pozzo inesauribile di idee, forme e colori. Ma le sue creazioni nascono anche da uno studio accurato della storia della ceramica e dai suoi innumerevoli viaggi. Kate Malone, classe 1959, è nata a Londra ed è tra le ceramiste contemporanee più importanti e apprezzate grazie a un illustre carriera che dura da

Le ceramiche di Haejin Lee

La ceramista Haejin Lee crea sorprendenti sculture che si dissolvono davanti ai nostri occhi. L’artista utilizza colori delicati e tenui, che mostrano l’essenza più preziosa delle sue raffinate creazioni. Spesso realizza forme umane che sembrano liberarsi dalla gabbia rappresentata dalle fasciature. “Sezionare una scultura su cui ho passato ore è un’esperienza distruttiva, ma mi dà anche una sensazione di formicolio alla colonna vertebrale. Mentre lavoro l’argilla, creare una bella comunicazione visiva è

Kintsugi, la collezione di Marcantonio per Seletti

Il Kintsugi, letteralmente riparare con l’oro, è una pratica giapponese che consiste nell’utilizzo di oro e argento liquido per riparare ceramiche rotte, di cui abbiamo già parlato con il Dott. Emanuele Tomasini. Quanti oggetti rompiamo, e spesso buttiamo via, senza provare a recuperarli? Dall’utilizzo di questa tecnica nasce la collezione Kintsugi per Seletti lanciata alla Maison Et Objet 2108 e firmata dal designer italiano Marcantonio. Le creazioni sono impreziosite dalle

Ceramica porta fortuna: il Pumo pugliese

Il Pumo in ceramica è frutto di un’antica tradizione artigianale che racchiude un prezioso messaggio. È un bocciolo circondato da foglie d’acanto che simboleggiano la primavera e la rinascita della natura, simbolo di energia e rinnovamento. Il nome prende la sua origine dal latino pomum, che vuol dire “frutto”, e richiama il culto della dea latina Pomona, protettrice dei frutti, dell’ulivo e della vite. Il Pumo, simbolo di prosperità e

L’arte incontra la ceramica: Kevin Kowalski

Kevin Kowalski è un’artista californiano diventato famoso per l’utilizzo di una particolare tecnica decorativa su ceramica. In realtà non ha inventato nulla di nuovo, ma ha semplicemente riportato alla luce un’antica tradizione nata in Inghilterra alla fine del ‘700. La tecnica prende il nome di Mocha Diffusion e permette di trasformare una banale goccia in delicate forme che impreziosiscono le ceramiche sulle quali si lavora. Questo risultato è reso possibile dalla

La porcellana di Martha Pachon Rodriguez

Martha Pachon Rodriguez è una scultrice e designer di gioielli in porcellana. Ha origini colombiane, ma vive e lavora a Fognano (Ravenna). Ha conseguito la laurea in Belle Arti in Colombia all’Università Surcolombiana di Neiva nel 1995. Nello stesso anno ha realizzato la sua prima mostra personale dal nome “Fauna mitica” presso la Banca della Repubblica di Neiva, cositutita da quattro installazioni di grandi dimensioni in terracotta e gres, attraverso

Ceramiche dal mare: Eva Zethraeus

Eva Zethraeus è nata in Svezia nel 1971 ed è cresciuta a Birmingham, in Inghilterra. Oggi vive e lavora nella città svedese di Göteborg. A 11 anni si trasferì con la sua famiglia a Madrid, in Spagna, ed è lì che nacque la sua grande passione per l’arte. Tra le mura del Prado, museo che si trovava a pochi passi dalla sua scuola, si lasciò rapire dal trittico di Hieronymus

Kintsugi: impreziosire le proprie ferite – Lo psicologo risponde

“A ciascuno il compito di trasformare le proprie ferite in punti di inserimento per le ali” – J. Sullivan Dalla riparazione delle fratture della ceramica alla cura delle fratture dell’anima. La ceramica è un materiale affascinante sia perché è il primo di origine sintetica creato dall’uomo sia perché la sua origine è antichissima e testimonia, tra gli altri, il passaggio dalla vita nomade alla vita sedentaria: un cambiamento epocale. Ancora oggi

Le ceramiche floreali di Zemer Peled

Zemer Peled è un’artista israeliana che dalla lavorazione di frammenti di ceramica riesce a dare forma a fantastiche sculture di fiori e piante acquatiche. L’artista si occupa personalmente di tutto il processo di realizzazione: dalla produzione e cottura artigianale di grandi e sottoli fogli di argilla fino alla loro rottura e al successivo assemblaggio dei pezzi frantumati. Il risultato è un’infinità di colori e modelli, anche se la Peled utilizza