L’artista Christina A. West, nata ad Atlanta, realizza sculture d’arte contemporanea con l’intento di riflettere sulle dinamiche create dai rapporti interpersonali. Le sue opere coinvolgono gli spettatori sia come voyeur che come soggetti fondendo i ruoli di attore e pubblico e interrompendo l’illusione di uno sguardo unilaterale onnipotente.

La serie , UnmetUnmet – una serie di figure umane e busti – ruba l’ispirazione dall’arte classica, ma alle opere mancano delle parti che, una volta tagliate, mostrano delle macchie coloratissime, per mostrarci cosa si nasconde dietro a ogni volto scolpito. Infatti, il lavoro della West, si concentra anche in questo caso sulla complessità e la bellezza dell’interiorità di ogni singolo individuo. L’intenzione della scultrice è rappresentare l’alienazione. “Anche se siamo bravi a leggere i segnali visuali se qualcuno si apre con noi, non possiamo mai stare nella sua testa così completamente come siamo nella nostra e viceversa“.

Christina A. West si presenta come “un’appassionata osservatrice di persone con un senso dell’umorismo secco“. Osserva il comportamento umano ed evidenzia la relazione con l’altro attraverso gesti che esprimono un senso di alienazione, di isolamento all’interno del gruppo, risultato della mancata comprensione dei sentimenti e dei pensieri dell’altro al di là di ciò che sceglie di rivelare. Siamo tutti estranei, non sappiamo mai veramente cosa ci sia dietro la maschera, ecco perché tagliare la testa per non trovare nulla che risolva questa curiosità è un’altra ironia che l’artista introduce nei suoi recenti busti. La maggior parte delle figure mostrano persone comuni che cercano invano di nascondere una parte del loro corpo o dei loro volti per evitare che la loro vulnerabilità venga notata. Gli sguardi, assenti o fissi, sono sempre incapaci di un confronto diretto, evitano di incontrarsi con gli spettatori, poiché non hanno intenzione di essere giudicati. I colori audaci utilizzati dall’artista rafforzano l’idea del gruppo, il peso dell’intersezione e dell’appartenenza temporanea, mentre in alcuni casi indicano un certo modello comportamentale o contribuiscono all’identità del personaggio.

 

 

 

Commenti

commenti