Colore

Viaggi: i Festival più colorati del mondo

7 Nov , 2016  

Partecipare ai Festival più colorati ed eccentrici del mondo, può rivelarsi un’esperienza unica e indimenticabile. Non esistono solo arte e monumenti: vivere uno di questi eventi, vuol dire immergersi completamente nelle tradizioni e nella cultura di un posto. Ma quali sono i Festival più colorati e divertenti? Abbiamo selezionato i migliori.

I Festival più colorati del mondo

Holi o Festival dei colori – India

Il Festival di Holi è un evento tipico della tradizione religiosa induista, dedicato ai colori e all’amore. Si celebra in primavera e il suo inizio coincide con l’ultima notte di luna piena. La gente scende in strada, si riunisce e aspetta il giorno seguente per dare il via al lancio delle polveri colorate. Il Festival celebra i buoni sentimenti, la vittoria del bene sul male, la pace, l’integrazione e incoraggia all’abbandono del dolore e della sofferenza, sostiene ed esalta l’armonia tra i popoli e l’uguaglianza. Proprio per questi motivi il colore gioca un ruolo fondamentale: dipingersi, tutti allo stesso modo, rende tutti uguali e annulla ogni forma di differenza. Gli innamorati, invece, consacrano la propria unione in questa pioggia di colore, in una sorta di San Valentino Orientale.

I Festival più colorati del mondo

San Patrizio – Irlanda

Quello di San Patrizio è per l’Irlanda un giorno di festa nazionale, celebrato in tutte le città e paesi. Orgoglio, tradizione e celebrazioni si mescolano nella folla rigorosamente vestita di verde. In tutto il mondo si consumano circa 5,5 milioni di pinte Guinness al giorno: il giorno di San Patrizio si sale a quota 13milioni. Conosciuta come il Saint Patrick Day, la festa viene celebrata ogni anno il 17 marzo e onora il patrono d’Irlanda, santo cattolico e protettore dell’isola. La più antica parata di San Patrizio è nella contea di Wexford: la prima celebrazione risale al 1917. Tra eventi, canti, sfilate e danze celtiche, la festa più grande si svolge nella capitale, Dublino (dal 17 al 20 marzo). L’evento più degno di nota in quei giorni è la parata del 17 marzo che parte alle 12:00 da Parnell Square. Il St. Patrick’s Day non si festeggia solo in Irlanda, ma anche in tutte le comunità irlandesi sparse nel mondo, Italia compresa.

I Festival più colorati del mondo

La Tomatina – Buñol (Spagna)

A circa quaranta chilometri da Valencia, nell’entroterra della Comunità valenciana, sorge la cittadina di Buñol. Ad agosto qui si svolge la Festa della Tomatina. Secondo la leggenda questa tradizione ebbe inizio nel 1945, quando gli abitanti della città di Buñol (Spagna), iniziarono a lanciare ortaggi dalle finestre per difendersi dalle creature magiche del bosco. Un’altra leggenda, invece, indica come origine della battaglia, una lite scoppiata tra alcuni ragazzi, sempre nel 1945. Le origini non sono molto chiare, ma oggi più di 20mila persone si riuniscono a fine agosto per darsi battaglia a colpi di pomodori. Si contano, ogni anno, circa 150mila pomodori lanciati. La Tomatina inizia alle 9:00 del mattino, nella piazza centrale della città, dove ci si rifocilla con i panetti distribuiti dal Comune. Alle 11:00 arriva il primo camion carico di pomodori, il rimorchio si apre lasciando cadere il carico sulla folla: in pochi secondi inizia la vera battaglia fra violenti lanci. Molti camion, stracolmi di pomodori, si succedono senza sosta, fino a quando uno sparo chiude il gioco. L’evento prende vita l’ultimo mercoledì di agosto di ogni anno. Nell’edizione del 2011 erano presenti 40.000 partecipanti provenienti da tutto il mondo e sono state utilizzate 120 tonnellate di pomodori. Se avete intenzione di partecipare non dimenticate di portare con voi maschere e occhialini. Tutti possono partecipare alla battaglia, purché si rispettino le regole. È severamente vietato lanciare bottiglie e altri oggetti. I pomodori, prima di essere lanciati, devono essere schiacciati per impedire contusioni. La Festa della Tomatina celebrare San Luigi, patrono della città spagnola.

I Festival più colorati del mondo

Día de los muertos – Messico

Il Día de los muertos è una tradizione antichissima. Veniva celebrata dalle popolazioni indigene mexica, maya, purépecha e totonaca. Il Giorno dei morti è festeggiato anche in Brasile come “Giorno delle Anime”, ma la festività non presenta radici precolombiane. Le celebrazioni hanno luogo dal 1 al 2 novembre, nello stesso momento in cui vengono celebrate le feste cristiane dell’Ognissanti e della Commemorazione dei defunti. Il giorno dei morti è un grande carnevale, una festa importantissima per i messicani. In questa festa le tradizioni e i rituali si combinano a numerose rappresentazioni caricaturali della morte. Le persone omaggiano i propri cari defunti con frutta, dolci, tequila e piatti tipici. Si travestono e organizzano eventi, concerti, incontri, per ricordare chi non c’è più. Nelle case viene allestito un altare, simbolo che rappresenta la porta di passaggio tra la vita e la morte. Tutti gli altari sono pieni di simboli, come il papel picado (carta velina con scheletri disegnati) che indica il vento. Poi troviamo le candele, elemento che indica il fuoco, e i semi di mais e cacao, messi sull’altare per rappresentare la terra. Ogni famiglia prepara i piatti preferiti dal defunto e gli posiziona sull’altare, in modo che lo spirito del morto possa passare e mangiare.

I Festival più colorati del mondo

Agitagueda art festival – Agueda (Portogallo)

Durante il mese di luglio, ogni anno, nel borgo di Agueda (Portogallo), si organizza l’Agitagueda art Festival. Centinaia di ombrelli colorati sovrastano le strade della cittadina medioevale, ravvivando l’atmosfera e l’umore dei passanti. L’Agitagueda Arts Festival ha solo tre anni, ma il successo è già grandissimo. La spettacolare installazione ha contribuito ad aumentare la fama di Agueda che è diventata una meta turistica da non perdere.

I Festival più colorati del mondo

Merfest– Il festival delle sirene e dei sirenetti – Cary (Nord Carolina, USA)

Nella cittadina di Cary, nel North Carolina, durante il mese di gennaio va in scena un festival al quanto bizzarro. I numerosi partecipanti indossano code da sirena che costano fino a 4000 $, per partecipare a performance, set fotografici e giochi in piscina. Sirene e tritoni arrivano da ogni angolo degli Stati Uniti. Non mancano, ovviamente, i pirati.

I Festival più colorati del mondo

Sinulog – Cebu (Filippine)

Colori, musica e tanta allegria. La terza domenica di gennaio, la città filippina di Cebu, ospita una caotica festa che celebra l’arrivo del cattolicesimo nel XVI secolo. Con processioni e balli rituali, la celebrazione è diventata una vera e propria attrazione turistica. La festa dura per nove giorni e si conclude l’ultimo giorno con la Sinulog Grand Parade. Il giorno prima della sfilata, la Processione Fluviale si svolge all’alba con una statua del Santo Niño trasportata su di una barca. La processione termina alla Basilica, dove una rievocazione della cristianizzazione (l’accettazione del cattolicesimo romano) viene eseguita a Cebu.

I Festival più colorati del mondo

Festival degli elefanti, Jaipur (India)

Si svolge ogni anno nella capitale del Rajasthan. L’evento è organizzato seguendo il calendario indiano, nel giorno di Luna piena di Phalgum Purnima (Febbraio/Marzo). La festa si svolge il giorno prima della festa di Holi. In questo periodo Jaipur, capitale del Rajasthan, conosciuta come la città rosa, ospita il Festival degli Elefanti. Protagonisti assoluti sono ovviamente gli elefanti, animali sacri per l’induismo e da sempre sinonimo di potenza e bellezza. Nei giorni che precedono il grande evento, gli animali vengono coccolati e omaggiati con gioielli e stoffe preziose. La festa sancisce l’inizio della primavera e si apre con una processione di elefanti, cammelli e cavalli dipinti ed ornati con decorazioni preziose, accompagnati da danze e musiche popolari. Gli elefanti sfilano davanti ad una giuria di esperti che ha il compito di scegliere l’animale con le migliori decorazioni. La vittoria assicura grande prestigio nella comunità. Tra gli eventi troverete le corse e le partite di polo tra elefanti, il tiro alla fune e il celebre braccio di ferro: 19 uomini e donne sfidano un elefante alla prova di forza.

I Festival più colorati del mondo

Electric Forest Music – Rothbury (Michigan, USA)

Si svolge nelle foreste di Rothbury, in Michigan. Quattro giorni di musica elettronica in un’enorme foresta. Lo scenario è quasi futuristico, le luci coloratissime e la musica va avanti senza sosta. L’evento è co-prodotto da Insomniac Events e Madison House, che si focalizza particolarmente sulla musica elettronica e la jam band. Di notte si può assistete ad uno spettacolare show di luci ed effetti speciali a sorpresa. Il resort offre sentieri, foreste, campi, laghi, lungomare, bar, piscine, campi da golf e passeggiate a cavallo.

 

 

 

 

Commenti

commenti

, , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *