Nel settore della ceramica le tendenze riflettono l’evoluzione dell’estetica ma soprattutto le esigenze dei consumatori nell’ambito dell’interior design. Attualmente si possono sottolineare due mondi molto distanti fra loro, che in un certo senso sono però complementari.

Da un lato, c’è una chiara inclinazione verso la riscoperta dei materiali eterni, per interpretare il desiderio di riconnettersi con la terra e la natura.
Questa tendenza vede aziende che puntano sull’estetica di materiali come marmi, rocce primordiali, terra, calce e legno, con l’obiettivo di creare un’atmosfera autentica e calda, ispirata alla bellezza della natura.
Questi materiali vengono spesso riprodotti in maniera impeccabile. Le tecnologie di stampa digitale ad alta definizione consentono di ottenere dettagli ottimali e finiture quanto più realistiche.

A conferma di questa tendenza, le grandi lastre ceramiche svolgono un ruolo chiave perché offrono un aspetto simile a quello dei materiali naturali ma con alcuni vantaggi aggiuntivi: resistenza e facilità di manutenzione, caratteristiche tipiche della ceramica.
Inoltre, queste lastre sono versatili e possono essere utilizzate sia per interni che per esterni, rendendo gli ambienti più eleganti e spaziosi.

mondi

L’altra visione è diametralmente opposta. Si osserva infatti, un’affermazione sempre maggiore di grafiche contemporanee e decorative.
Questo stile sperimenta tecniche digitali avanzate per creare effetti grafici particolari, conferendo alle ceramiche l’effetto di movimento e dinamicità.
L’ispirazione è nei pattern storici reinterpretati, negli elementi tipici del paesaggio italiano e nelle decorazioni fresche e leggere, pensate per superfici in grado di far risaltare in modo personale gli spazi.

mondi

Cersaie 2023 ha proposto una vetrina di questi due mondi, per poter accontentare tutti ed esplorare un universo creativo in costante evoluzione.

Tu che cosa preferisci?

Credits: Ceramic.info

Commenti

commenti