Quella che vogliamo raccontare oggi è una storia millenaria che affonda le sue radici nell’estremo oriente. Questa è la storia della ceramica in Cina. L’arte della ceramica cinese ha origini antichissime, gli archeologi stimano che i primi manufatti in terracotta cominciano ad apparire già intorno al 1600-1700 a.C.

Con il passare degli anni gli artigiani cinesi arriveranno a raggiungere un livello di maestria assoluta, fino ad arrivare all’invenzione rivoluzionaria della porcellana: un segreto custodito gelosamente per secoli!

L’invenzione della porcellana

La porcellana si distingue tra le ceramiche per cinque caratteristiche peculiari: corpo bianco, duro, traslucido, sonoro e impermeabile. L’arte della produzione di questo materiale rimase avvolta nel mistero fino al XVIII secolo, quando gli europei riuscirono a scoprirei segreti degli artigiani cinesi.

Ciò che trasforma la semplice terracotta in porcellana è il caolino, una sorta di argilla bianca friabile, ricavata dalla collina di Gao-ling, a nord di Jingdezhen. Successivamente si passa all’invetriatura: il manufatto viene ricoperto da una sostanza composta da tre parti di ossido di piombo e una parte di quarzo con l’aggiunta di una piccolissima percentuale di ossido metallico.

Dopo la seconda cottura, questa miscela di elementi si trasforma in una sostanza vitrea che va a fissarsi sulla superficie del manufatto.

ceramica cinese

I periodi della ceramica cinese

Doucai: La prima tipologia di decorazione a smalto è la Doucai. I colori tradizionali di questo periodo sono il rosso, il giallo. Questa tecnica nasce durante il regno Xuande (1426-35, Ming), ma si affina con il passare degli anni sino a raggiungere il suo massimo grado espressivo con il regno Chenghua (1465-87, Ming).

Wucai: La tecnica decorativa Wucai, anche conosciuta come tecnica dei cinque colori, è molto particolare. Questa tecnica risale alla dinastia Ming ed è stata utilizzata durante vari regni, Jaijing, Longqing e Wanli. Nel periodo di transizione, dal 1630 al 1660, questo tipo di decorazioni andò in declino. Soprattutto a causa della scarsità dei colori utilizzati. 

Famiglia verde: Quando parliamo di famiglia verde, si fa riferimento ad una tecnica decorativa tipica della dinastia Qing, durante il regno di Kangxi. Questa tecnica era utilizzata soprattutto per la realizzazione di porcellane utilizzate dalla famiglia imperiale, nonché per i prodotti destinati all’esportazione.

Famiglia rosa: Questa tecnica decorativa è stata introdotta nel Settecento, ispirata soprattutto dal gusto del Rococò europeo. Si distingue dalle altre tecniche non solo per il colore predominante degli smalti, il rosa appunto, ma anche per la finitura opaca che dona al pezzo.

 

 

 

Credits: Museo d’Arte Cinese ed Etnografico

 

Commenti

commenti